• ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • SalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • SalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • SalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • SalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • SalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • SalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • SalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • SalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • SalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • SalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • SalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • SalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • SalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • SalvaSalvaSalvaSalvaSalva

Le ultime News

Contesteco 2021 omaggia Dante Alighieri: il PURGATORIO come espiazione ecologica

Il Purgatorio come espiazione ecologica

Il purgatorio, l’inferno e il paradiso rappresentano, nell’uso comune cristiano, i tre regni dell’oltretomba. Tra questi il purgatorio rappresenta quello dove i morti nella grazia di Dio, non hanno ancora acquisito la purificazione necessaria al fine di ottenere la possibilità di essere ammessi al paradiso e alla visione di Dio stesso.
Nella Divina Commedia, Dante Alighieri immagina il purgatorio come un monte che porta al paradiso e dove la anime devono fare opera di pentimento e redenzione attraversando sette Cornici. Le anime dei penitenti soffrono delle pene fisiche e con la legge del contrappasso, quando hanno scontato un peccato e si sentono pronte a proseguire, passano alla Cornice successiva. Quando il penitente ha espiato la propria colpa, si apre il nuovo passaggio verso il paradiso. Questa premessa serve a far comprendere come la visione di Dante Alighieri del purgatorio, è quanto mai affine a quella della transizione ecologica che stiamo attraversando e alla necessaria espiazione ecologica che bisogna affrontare per raggiungere l’equilibrio e l’armonia tra uomo e ambiente.

Jane Perkins e la sua straordinaria arte riciclata

L'arte del riciclo di Jane Perkins

Quando si parla di arte del riciclo, ovvero realizzare opere d’arte attraverso dei materiali destinati ad essere gettati, non si può non menzionare Jane Perkins. L’artista inglese, con i suoi originali quadri, riesce a meravigliare l’osservatore attraverso l’uso degli oggetti che utilizza e il cromatismo che dona all’opera. Jane Perkins, prima di intraprendere la sua carriera artistica, ha lavorato come infermiera a Londra per quasi 18 anni.
Ma la sua creatività la spinge poi a percorrere nuove strade, per cui consegue nel 2006 il diploma in Textiles. Da qui il suo avvicinamento ad oggetti come bottoni, perline, vecchia bigiotteria, nei quali intravede la possibilità di un utilizzo alternativo. Un’intuizione che l’ha portata ad essere oggi una delle più famose artiste del riciclo. Inizialmente Jane si è occupata della creazione di piccole spille servendosi anche di giocattoli vecchi o non più funzionanti e conchiglie. Un po’ alla volta si avvicina al tipo di arte che l’ha resa famosa, fino a creare il suo primo quadro – The Queen: Made in China.

Contesteco 2021 omaggia Dante Alighieri: verso l'INFERNO...con le migliori intenzioni

Con le migliori intenzioni verso l'Inferno

Per la cultura mondiale il 2021 è certamente l’anno di Dante Alighieri, il sommo poeta fiorentino autore della Divina Commedia che con le sue tre celebri cantiche INFERNO, PURGATORIO e PARADISO, è una delle più importanti opere letterarie di sempre.
Contesteco, il concorso d’arte e design sostenibile + eco del web, si unisce al mondo della cultura per celebrarlo nel 700° anniversario dalla sua morte e dedicargli l’edizione 2021 con un CONCEPT che sarà d’ispirazione per artisti professionisti ed appassionati d’arte e del riciclo: INFERNO, PURGATORIO E PARADISO: SCENARI ATTUALI E FUTURI DI TRANSIZIONE VERSO UNA RI-EVOLUZIONE SOSTENIBILE. L’impegno con il quale Dante ha sempre difeso e sostenuto la natura e l’ambiente è forse meno noto, ma nella Divina Commedia risalta in modo particolare, evidenziando così un forte legame con l’attuale epoca di transizione sostenibile per la realizzazione dei 17 punti dell’Agenda 2030.

Ambiente, Dante Alighieri e la Divina Commedia, cos’hanno in comune?

Il legame tra Dante, la Divina Commedia e l'ambiente

Quando si parla di Dante Alghieri, l’associazione al poema allegorico-didascalico la Divina Commedia sembra, peccando di superficialità, l’unica annoverabile al sommo poeta. Dante Alighieri è universalmente considerato il padre della letteratura italiana e la Divina Commedia uno dei capolavori della letteratura mondiale di tutti i tempi; tuttavia del poliedrico profilo culturale del sommo poeta si conosce poco, lasciando così poco spazio al forte legame tra Dante Alighieri, l’ambiente e la natura. E’ importante infatti evidenziare il fatto che ai suoi tempi, la formazione e l’acquisizione del sapere abbracciava un’ampia fascia di discipline umanistiche e scientifiche.
Dante Alighieri ha infatti scritto di astronomia, di geografia, di minerali, di animali, di studio del cosmo e si è occupato anche di politica. La sensibilità e l’interesse nei confronti dell’ambiente e la natura li ha maturati durante la sua formazione presso l’Ordine dei Francescani e si sono poi rivelati nei suoi scritti e in particolar modo nella sua opera la Divina Commedia.

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni

Our website is protected by DMC Firewall!