Josue D’Amato - Titolo dell'opera: "Venere"

Josuè D’Amato e la sua opera partecipante a Contesteco 2020

Josue D’Amato nasce nel 1959. Vive e lavora in provincia di Salerno. La passione per le attività artigiane lo conduce a realizzare le prime sculture in legno ed in pietra. Il lavoro di progettista nell’industria gli ha consentito di acquisire esperienza di vari materiali. Nell’industria ha maturato le riflessioni che sono alla base del suo linguaggio artistico: la sostenibilità ambientale, la condizione umana nella dimensione industriale, la relazione fra la conoscenza scientifica e il sapere umanistico. 

"Venere" - Dimensioni h 70 cm, larg. 30 cm

Statua di Venere, realizzata secondo il modello di quella del Botticelli, realizzata con plastica da eco-balla lavorata con utensili realizzati ad hoc. L’Opera fa riferimento alla crescente delusione delle promesse illuministe. A distanza di secoli sotto l’egida del progresso industriale ci aspetteremmo un’Opera di valenza estetica ed implicazioni concettuali ben oltre ciò di cui sono stati capaci gli artisti rinascimentali, invece questa Venere nel terzo millennio è privata di ogni sua bellezza e volge sconsolata lo sguardo al lato, le vicende legate al Coronavirus sono soltanto una tappa del progressivo declino della società umana. Quest’opera trattando della sostenibilità, valorizza al massimo grado i rifiuti trasformandoli in elementi comunicativi essendo l’Arte il piano più alto dell’espressività.

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni

DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd