Maria Luisa Gambirasio - Titolo dell'opera "3R (Reduce Recycle Reuse)"

Maria Luisa Gambirasio e la sua opera partecipante a Contesteco 2020

Maria Luisa Gambirasio. Ho sempre coltivato la passione per lavori ai ferri e all’uncinetto che mi permettevano di rilassarmi dopo una giornata di insegnamento e la routine casalinga. Negli anni 2009-2013 ho partecipato a MADAMAKNIT (madamaknit.blogspot.com ) nella stupenda location del PALAZZO MADAMA di Torino, eravamo un gruppo di signore che si trovavano per realizzare ogni anno un progetto diverso ma sempre basato sulla CREATIVITA’, sul RECUPERO, RICICLO e RIUSO di materiali diversi: comuni sacchetti di plastica ,avanzi di filati, retine della frutta e verdura.
Abbiamo realizzato abiti in plastica, costumi, decorazioni natalizie e arazzi! In estate quando sono in vacanza sul Lago Maggiore partecipo agli incontri settimanali del KNITCAFE’ presso la biblioteca comunale di Verbania (VCO) e con le KNITTERS del luogo scambio idee creative e innovative usando materiali vari soprattutto a costo 0. Il 23 e 24 giugno 2018 ho partecipato a “Lo specchio della vanità“ presso CASA ZUCCALA-Mamertino (To) (www.casazuccala.it), dove ho presentato una mia “collezione di capolavori” fatti con materiale di riciclo: collane, orecchini e anche tappetini realizzati tagliando i collant smagliati.
Ho coordinato vari progetti educativi e europei COMENIUS Life Long Learning tra cui: 

LOOK AFTER YOURSELF AND THE ENVIRONMENT (AVER CURA DI SE STESSI E DELL’AMBIENTE) con scuole di Olanda, Turchia, Isole Canarie, Repubblica Ceca; WATER IS LIFE ( ACQUA E ‘VITA ) con scuole di Norvegia, Svezia, Turchia, Spagna.

Partecipo ogni anno ai progetti su MACROPROBLEMI organizzati da LETA ‘ VERDE –GREEN/VERDE contribuendo alla diffusione delle mie esperienze (www.verde-green.net). 

"3R (Reduce Recycle Reuse)" - Gioielli - Diemsnione metà A4 (21 cm x 15 cm)

La mia opera di RICICLO CREATIVO creata durante il periodo di LOCKDOWN. Durante le lunghe giornate trascorse obbligatoriamente e doverosamente in casa è stato spontaneo riflettere sulla importanza di ogni singolo individuo, cominciando da me stessa, di trovare semplici azioni concrete per contribuire, anche se piccola goccia nel mare, a rispettare l'ambiente ricordando che le sue risorse non sono infinite. Con il materiale di recupero che avevo a disposizione (corone di plastica dei tappi delle bottiglie di acqua e latte, avanzi di gomitoli di cotone, di gancetti per orecchini bottoncini), rispettando il motto delle 3R, ho dato libero sfogo alla mia fantasia realizzando gli orecchini che appaiono nella foto. Voglio evidenziare che l'entusiasmo che ho dedicato a questo lavoro ha attenuato il disagio dell'isolamento forzato.

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni

Our website is protected by DMC Firewall!