Contesteco 2021 omaggia Dante Alighieri: verso l'INFERNO...con le migliori intenzioni

Con le migliori intenzioni verso l'Inferno

Per la cultura mondiale il 2021 è certamente l’anno di Dante Alighieri, il sommo poeta fiorentino autore della Divina Commedia che con le sue tre celebri cantiche INFERNO, PURGATORIO e PARADISO, è una delle più importanti opere letterarie di sempre.
Contesteco, il concorso d’arte e design sostenibile + eco del web, si unisce al mondo della cultura per celebrarlo nel 700° anniversario dalla sua morte e dedicargli l’edizione 2021 con un CONCEPT che sarà d’ispirazione per artisti professionisti ed appassionati d’arte e del riciclo: INFERNO, PURGATORIO E PARADISO: SCENARI ATTUALI E FUTURI DI TRANSIZIONE VERSO UNA RI-EVOLUZIONE SOSTENIBILE. L’impegno con il quale Dante ha sempre difeso e sostenuto la natura e l’ambiente è forse meno noto, ma nella Divina Commedia risalta in modo particolare, evidenziando così un forte legame con l’attuale epoca di transizione sostenibile per la realizzazione dei 17 punti dell’Agenda 2030.

Ognuna delle tre cantiche della Divina Commedia di Dante, sembra raffigurare e narrare le varie fasi di questa transizione e la situazione climatica e sociale del nostro pianeta che, nonostante l’impegno dei governi, si fa sempre più angosciante e porta a pensare che ci stiamo dirigendo verso l’INFERNO… con le migliori intenzioni.

“Nel mezzo del cammin di nostra vita
mi ritrovai per una selva oscura
chè la diritta via era smarrita…”

E’ questo il celebre incipit del primo canto dell’inferno di Dante che quasi istintivamente, ci viene in mente pensando a come abbiamo vessato e sfruttato tutto ciò che il nostro pianeta ci mette naturalmente a disposizione e ci dona. Il forte stato di preoccupazione a causa non solo dei cambiamenti climatici sempre più frequenti e violenti, ma anche per le ingiustizie e le disuguaglianze che ancora oggi persistono in ogni angolo del mondo, ci porta in una immaginaria selva oscura.
La netta sensazione è quella di aver smarrito quel percorso virtuoso che è indispensabile per creare il corretto equilibrio e la perfetta armonia con l’ambiente e la natura che ci circondano. Governi mondiali, mondo imprenditoriale ma anche semplici cittadini, hanno intrapreso il percorso necessario per uscire da questo “inferno”, ma anche se le intenzioni sono le migliori, sembra non bastare ancora per evitare di arrivare al punto di non ritorno.

Dante Alighieri a suo modo, ha indicato la strada da perseguire per raggiungere il PARADISO terrestre e quali sono gli step da affrontare. Sta a tutti noi accelerare su questo percorso che è stato indicato con la programmazione dell’Agenda 2030, facendo un ancor più radicale cambiamento nei nostri stili di vita e nel nostro modo di produrre beni di consumo.

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni

Our website is protected by DMC Firewall!