RICICLO CREATIVO - Come tutelare l'ambiente con la creatività

Con il riuso creativo si può tutelare l'ambiente

Grazie alla creatività, all'estro e alla fantasia, gli oggetti che non utilizziamo più possono tornare ad essere impiegati. Vi raccontiamo l'Upcycling, ovvero il riuso creativo.

Si potrebbe pensare che la creatività sia una peculiarità di una particolare categoria di persone. Nel pensarlo però, forse la stiamo confondendo con il talento. Tutti siamo ugualmente dotati di creatività e la utilizziamo molto più spesso di quanto possiamo immaginare anche nei semplici gesti del nostro quotidiano. E'una capacità che naturalmente abbiamo e che deve essere solamente stimolata e assecondata nel corso della nostra vita. Perché non sfruttarla quindi anche per aiutare in qualche modo l'ambiente? Vi starete chiedendo in che modo possiamo farlo. Ad esempio producendo meno rifiuti e riutilizzando oggetti che abbiamo deciso di buttare via, mediante un riuso creativo detto anche Upcycling.

Prima di descrivere cosa sia l'Upcycling, è bene ricordare che quando buttiamo via un'oggetto che pensiamo non ci sia più utile, diamo inizio ad un percorso che quell'oggetto deve fare per diventare o un definitivo scarto o un'altro manufatto attraverso un'opera di recycling (riciclo). In un caso o nell'altro, si tratta di un circuito dispendioso e comunque più o meno dannoso per l'ambiente. Se diventa uno scarto, andrà a finire o in una discarica o in un'inceneritore con conseguenze deleterie non solo per l'ambiente ma anche per la nostra salute. Nel caso in cui l'oggetto che abbiamo gettato, rispettando la buona abitudine della raccolta differenziata, potrà essere riciclato e trasformato in nuovo prodotto, avrà subìto un trattamento comunque oneroso per noi e non potrà in ogni caso essere nuovamente sottoposto al riciclo se non per poche volte e in determinate condizioni di qualità del materiale; poi diventerà definitivamente anch'esso uno scarto. Ecco perché l'attività creativa dell'Upcycling ci viene in aiuto per limitare, per quanto possibile, la produzione di rifiuti. Ci sono oggetti che meritano una seconda vita, una seconda opportunità di utilizzo. Dobbiamo solo fidarci della nostra creatività!. Gli oggetti in vetro ad esempio, anche se è uno dei materiali che può essere riciclato più volte in assoluto, possono essere riutilizzati in tante maniere. Un barattolo di vetro può diventare un portaoggetti che potete decorare con la vostra fantasia, oppure farlo diventare un'originale punto luce come complemento di arredo. Una o più bottiglie di vetro possono diventare, con una dose di creatività, degli originali lampadari. I ripiani di vetro di un vecchio mobile non più utilizzabile possono essere riusati come mensole, dimensionandole come meglio vi torna utile usando  un'economico tagliavetro. Questi sono ovviamente solo alcuni esempi degli infiniti modi di riutilizzare il vetro. La plastica invece, avendo un ciclo di recyling molto più ridotto rispetto al vetro, possiamo sceglierla a maggior ragione come materiale da riusare e le possibilità di farlo con la creatività sono veramente moltissime. Sul web possiamo trovare infinite idee già realizzate da qualcuno. Possiamo prenderne spunto e personalizzare l'oggetto riutilizzato a seconda del nostro gusto. Ma anche la carta può essere fonte di ispirazione per fare Upcycling. Persino uno pneumatico, che non possiamo più utilizzare sulla nostra autovettura, può diventare la base di un tavolo o la classica altalena se abbiamo un giardino. Insomma, la creatività umana non ha limiti e troppo presto identifichiamo un oggetto che abbiamo utilizzato come un rifiuto. Dobbiamo imparare invece a vederlo come una risorsa e con il nostro estro e la nostra fantasia non solo possiamo divertirci facendo Upcycling, ma facciamo del bene al nostro Pianeta e quindi a noi stessi. 

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni