Angelo Lussiana

Angelo Lussiana e la sua opera esposta a Euroma2 all’interno della categoria Exhibition di Contesteco 2020

Curriculum

Angelo Lussiana si è avvicinato al cartone, affascinato dalla possibilità di ricreare gli oggetti più comuni constatando che il cartone regge ben oltre il pensabile.
Partito dall’idea di creare mobili si è dedicato prevalentemente ad oggetti di comune utilizzo, cercando di reinterpretarli con il cartone senza perdere di vista la ricerca del bello e utile. Molto impegno è speso nel cercare soluzioni costruttive in funzione del miglioramento dell’estetica e della robustezza: ha ideato una particolare tecnica che permette di ottenere oggetti che presentano a tutto tondo la medesima costa di taglio, conferendo così notevole robustezza a tutta la superficie e uniformità e calore al tatto. Caratteristica comune a molti dei suoi oggetti è un movimento: la lampada che si accende sollevandone il paralume, la riproduzione di un PC portatile che svela la sua funzione di lavagnetta con gessetti sollevandone il coperchio, i pirati che vengono abbattuti dal vortice sparato da un cannone. L’utilizzo di un particolare “tessuto in cartone”, pazientemente creato unendo tra loro centinaia di piccole strisce, ha permesso la realizzazione di oggetti con superficie morbida, quali la borsetta Brigitte, vincitrice del primo premio per il concorso artigianato artistico del 2014 “Il sapere delle mani” a Nazzano.

Alessandro Ciafardini

Alessandro Ciafardini e la sua opera esposta a Euroma2 all’interno della categoria Exhibition di Contesteco 2020

Curriculum

Officina Move è un progetto di Alessandro Ciafardini (Roma, 1970), Art-Designer italiano, dove Art sta per Artista ma anche e soprattutto per Artigiano. Con un background sartoriale e da sempre appassionato di Upcycling, fa dell’arte della decelerazione il suo stile di vita che trova espressione in tutta la sua attività produttiva. Per Ciafardini, vivere e pensare Slow significa riadeguare il proprio vivere ai ritmi naturali, riacquisire la consapevolezza delle distanze, sviluppare una conoscenza dei prodotti e dell’ambiente e credere in uno sviluppo economico ponderato.
La velocità, considerata come sinonimo di progresso, ha finito per avvelenare le nostre vite. Le innovazioni tecnologiche, progettate per semplificarci la vita, in realtà ci portano a fare sempre di più nella stessa unità di tempo. Officina Move è la risposta ad una esistenza impregnata dal consumismo compulsivo. È la negazione della società dell’usa e getta, preoccupata unicamente della logica a breve termine, dove spazio e tempo si annullano

Cesarina Viola

Cesarina Viola e la sua opera esposta a Euroma2 all’interno della categoria Exhibition di Contesteco 2020

Curriculum

Cesarina Viola oltre a svolgere l'attività professionale di Architetto, ha rivolto una particolare attenzione al design d'arredo ed alla realizzazione di oggetti per la casa eco-sostenibili e/o con materiali di riciclo per dare loro una nuova vita. Ha conseguito il diploma presso il Liceo Artistico di Via Ripetta a Roma; ciò le ha consentito di esprimere e trovare un suo linguaggio, con uno stile personale, per dedicarsi alla creazione e realizzazione di sculture in pezzi unici, dalle micro-sculture trasformate in monili da indossare, alle grandi sculture diventate simboli da poter collocare in grandi spazi all'aperto

Claudia Scalera

Claudia Scalera e la sua opera esposta a Euroma2 all’interno della categoria Exhibition di Contesteco 2020

Curriculum

Claudia Scalera è nata a Roma, figlia di un pittore, l’Arte fa parte della sua vita sin da subito. Negli anni ’80 si trasferisce vicino Milano. Inizia ad esporre in un momento di svolta della vita, nel 2012, anno in cui vince il primo Premio della giuria al Concorso Contesteco a Roma. Nei seguenti anni espone in collettive e personali in tutta Italia. Per citarne alcune: Parco Regionale dell’Appia antica a Roma, Università eCampus di Novedrate, Polo Cardiologico santa Chiara a Pisa, Palazzo Lomellini a Carmagnola, Casa museo di Alda Merini a Milano, Museo del Presente a Rende, Abbazia di Vezzolano, Castello di Fombio, Polo Fieristico di Piacenza.
Dal 2019 inizia a esporre con il critico d’arte Prof. Giorgio Gregorio Grasso che la porta alla Fabbrica Del vapore di Milano e a Palazzo Zenobio di Venezia, sede della Biennale. Nel 2019 è finalista nel Premio De Andrè. Poi...è arrivato il 2020 con il Covid e tutto si è fermato! Riparte ora con i nuovi progetti iniziando con Novara a ottobre. 

Daniela Dazzi Dworzàk

Daniela Dazzi Dworzàk e la sua opera esposta a Euroma2 all’interno della categoria Exhibition di Contesteco 2020

Curriculum

Daniela Dazzi Dworzàk nasce nel 1956 a Roma, dove vive e lavora. Sollecitata dai riferimenti familiari (il compositore Antonin Dworzàk e lo scultore Arturo Dazzi), si interessa a forme d'Arte che contemplano l'armonia tra più campi artistici in particolare le scenografie teatrali, per poi provarsi in installazioni temporanee attinenti al Teatro Urbano che offre alla progettazione scenografica il carattere della progettazione architettonica usando la città come teatro. Inizia nel 2008, nell'ambito dell'850° anniversario della fondazione della Città di Monaco di Baviera, a cimentarsi nella realizzazione di “strutture in piazza” costruendo la riproduzione della Rathaus Turm con bottiglie di plastica trasparenti. Per il Comune di Roma, nel 2009, nell’evento, “Luna Bambina”, in occasione del quarantennale dello sbarco dell'uomo sulla Luna, realizza con materiali come bottiglie, grandi teli di cellophane, tubi di alluminio e tubi in PVC, un'ambientazione lunare per l'azione scenica di attori e ballerini fruibile anche dai visitatori. Nel 2010, realizza un bosco composto da 50 alberi e 30 cespugli, realizzato con bottiglie e buste di plastica. Per proseguire, clicca su leggi tutto sotto la fotografia.

Josue D’Amato

Josuè D’Amato e la sua opera esposta a Euroma2 all’interno della categoria Exhibition di Contesteco 2020

Curriculum

Josue D’Amato nasce nel 1959. Vive e lavora in provincia di Salerno. La passione per le attività artigiane lo conduce a realizzare le prime sculture in legno ed in pietra. Il lavoro di progettista nell’industria gli ha consentito di acquisire esperienza di vari materiali. Nell’industria ha maturato le riflessioni che sono alla base del suo linguaggio artistico: la sostenibilità ambientale, la condizione umana nella dimensione industriale, la relazione fra la conoscenza scientifica e il sapere umanistico. 

Manuela Pala

Manuela Pala e la sua opera esposta a Euroma2 all’interno della categoria Exhibition di Contesteco 2020

Curriculum

Manuela Pala è nata ad Alghero il 30 gennaio 1980. La sua passione per l’arte del riciclo nasce durante l’adolescenza quando inizia ad amare i rifiuti, ciò che gli altri esseri umani scartano per lei diventa risorsa, poesia nascosta nei peggiori angoli della città, unitamente ad un risveglio di coscienza ecologica che è arrivata in età adulta.
Dal 2010 al 2016 la passione per l’arte cresce unitamente alla sua consapevolezza creativa, dedica tutto il suo lavoro alla sensibilizzazione e alla salvaguardia della terra e ad consumo consapevole e al riutilizzo della materia Realizza installazioni, oggetti di design, opere artistiche pubbliche (street art), scenografie sotto il cappello del marchio daDha Riutilizza. Ha partecipato a mostre d’arte nel Comune - Sassari a BeGreen – Biennale d’arte del riciclo - Nuoro Girovagando – Festival di arte di strada – Sassari La voce del Corpo – Biennale d’arte contemporanea – Osnago e Atelier Montez – Roma.

Marco Magliozzi

Marco Magliozzi e la sua opera esposta a Euroma2 all’interno della categoria Exhibition di Contesteco 2020

Curriculum

Un progetto nato per caso nel 2010 grazie a un fortunato incidente creativo ad opera di Marco Magliozzi. Marco è nato e cresciuto a Napoli, attualmente vive a Roma, dove continua a incorrere in incidenti creativi nel suo piccolo e super efficiente Laboratorio. Autodidatta per molti anni, decide di perfezionarsi coniugando la sua operosità non solo con l'ingegno e la fantasia, ma anche con il rigore, la tradizione e l'innovazione cogliendo l'opportunità di studiare ed operare presso la Scuola di Arti Ornamentali S.Giacomo. Negli anni ha preso parte a numerose manifestazioni ed eventi culturali.

Mr Thoms

Mr Thoms e la sua opera esposta a Euroma2 all’interno della categoria Exhibition di Contesteco 2020

Curriculum

Nato a Roma nel 1979, Mister Thoms ha iniziato a dipingere Graffiti nel 1996 ed è attualmente uno dei più noti artisti di strada italiani. Il suo stesso nome evoca un suono onomatopeico che suggerisce l'elasticità della sua arte: Mister Thoms, il vero nome di Diego della Posta, è in realtà un artista poliedrico che si esprime non solo attraverso la Street Art, ma anche attraverso la grafica e l'illustrazione, in una ricerca costante in equilibrio tra l'umore ironico e il concetto espressivo. Mister Thoms gioca con colori vivaci e forme geometriche per creare movimento. Le pareti in cui lavora hanno un'influenza diretta sul suo soggetto. La sua grande conoscenza dell'architettura e del linguaggio del corpo gli permettomo di catturare l'essenza dei suoi personaggi. Questo è ciò che definisce le abilità di Mr.Thoms, la sua capacità di rappresentare il movimento sui muri, ma allo stesso tempo esprimere un concetto, inviando un messaggio su cui riflettere in modo ironico. Attivo nella scena della street art, partecipa a eventi e festival di arte urbana in tutto il mondo, Italia, Inghilterra, Danimarca, Germania, Russia, Estonia, California, Olanda, Hong Kong, New York, Messico, Portogallo e Spagna diffondendo il suo stile ironico e acuto. Il suo talento è trasformare i luoghi ordinari in luoghi straordinari.

Patrizia Cerella

Patrizia Cerella e la sua opera esposta a Euroma2 all’interno della categoria Exhibition di Contesteco 2020

Curriculum

Patrizia Cerella naturalmente predisposta alla comunicazione pittorica, frequenta l'Istituto Statale D'Arte di Cascina (PI) dove oltre a raffinarsi come pittrice impara a scolpire il legno.
A Cascina fa anche esperienza nella progettazione d'arredamento e design che approfondisce successivamente in un corso biennale presso l'ISA di Firenze. Dal 1991 si occupa di restauro pittorico, sia su tela sia su tavola presso un opificio; ha così modo di conoscere le tecniche antiche. Nel 2001 apre una bottega-laboratorio a Volterra, dove tutt'ora lavora, e mette a frutto tutte le esperienze acquisite producendo cornici e oggetti fatti completamente a mano.

Rocco Lancia

L’artista Rocco Lancia e la sua opera esposta a Euroma2 all’interno della categoria Exhibition di Contesteco 2020

Curriculum

Rocco Lancia nasce a Roma nel 1970; giovanissimo si trasferisce a Parigi con la sua famiglia. Trasferendosi nuovamente in Italia metterà l’arte al centro del suo percorso di studi, frequentando dapprima il Liceo Artistico di Frosinone “Anton Giulio Bragaglia”, dove approfondisce tematiche legate al Surrealismo e alla Pop Art. Prosegue il proprio percorso formativo iscrivendosi all’Accademia di Belle Arti di Roma, laureandosi in scenografia nel 1996. 
Affianca lo scenografo Dante Ferretti presso gli studi cinematografici di Cinecittà in Roma. Vince nel 1999 il primo premio per il manifesto del Festival Internazionale del Folklore ad Alatri (FR). Nel 2000 sente nuovamente il bisogno di tornare a Parigi lavorando come aiuto scenografo per l’Istituto del Mondo Arabo e la Bibliothèque National “Francois Mitterand”. Da 15 anni vive in Italia dove si dedica alla sua attività pittorica; organizza mostre ed eventi culturali coordinando anche giovani artisti attraverso l’Associazione dal lui fondata Artqube.

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni

DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd